Rispettiamo le regole - Aggiornamento DPCM 18 ottobre 2020

Cari associati,


volevamo informarvi che tutte le nostre attività proseguiranno regolarmente.


Ricordiamo a tutti che l'ambiente piscina è un ambiente sicuro in quanto l'acqua clorata è una garanzia. Per l'evaporazione anche gli ambienti beneficiano della presenza di cloro.

Dunque crediamo fortemente che la piscina, guidata e gestita nel rispetto di normative molto rigide possa essere uno degli ambienti più sicuri in assoluto.


Presso l'impianto di via Melato è obbligatorio in tutti gli ambienti e fino a bordo vasca l'utilizzo della mascherina accuratamente indossata dai 6 anni compiuti (è possibile toglierla solamente quando si fà la doccia e quando ci si asciugano i capelli).

Ricordiamo che la permanenza all'interno degli spogliatoi deve essere ridotta al minimo indispensabile!

Per agevolare questo negli orari di maggior affluenza vi invitiamo all'utilizzo degli spogliatoi della vasca da 50m anche per chi frequenta l'attività in vasca da 25/15m.


Cerchiamo tutti di rispettare le regole per far proseguire al meglio tutte le nostre attività.


Dal sito della Federazione Italia Nuoto: le "attività motorie e sportive in tutte le sue forme sono presupposto indispensabile per la buona salute di una popolazione di qualsiasi classe sociale e per la formazione e la crescita socioculturale di bambini e ragazzi", che "tale attività è praticata all'interno di impianti sportivi" i quali "nella maggioranza dei casi sono dotati di piscina e palestra. Quest'ultima è necessaria per l'addestramento e l'allenamento sia degli utenti che la frequentano sia per la preparazione degli atleti agonisti. L'attività natatoria, che è il compito principale della Federazione Italiana Nuoto, ne è parte determinante per i suoi risvolti sociali e sanitari e per l'immagine positiva del 'made in Italy', garantita dai successi sportivi dei suoi atleti". "Le piscine" pertanto "non sono 'soltanto impianti sportivi' ma anche presìdi per la sicurezza individuale, collettiva e sociale". "La riapertura degli impianti sportivi è quindi una impellente necessità, anche considerando i drammatici effetti economici che una chiusura ancora più prolungata avrebbe sulla gestione degli stessi e delle piscine in particolare, molte delle quali si avvierebbero a una chiusura definitiva, con conseguenze facilmente comprensibili sugli effetti positivi appena sottolineati in precedenza. La normativa vigente sulla sicurezza igienico-sanitaria delle piscine è fin qui soddisfacente. Ma l'attuale sopravvenienza dell'emergenza della Covid-19, pure considerando che la presenza del cloro in acqua 'attenua' se non impedisce uno specifico contagio, consiglia ulteriori norme che rendano ancora più sicure le piscine e i luoghi attinenti e il loro utilizzo, e quindi il lavoro del personale addetto e di assistenza e la pratica sportiva degli utenti".


Come sempre siamo a disposizione.


Reggiana Nuoto asd

69 visualizzazioni
Reggiana Nuoto a.s.d. 
via E. Duse n. 8, 42122 Reggio Emilia
Tel/Fax: 0522-552096
Codice Fiscale: 91066650358 
Partita IVA: 01725550352